Estesa su una superficie complessiva che arriva a coprire circa sessanta ettari, l’azienda, proprio per volere dei due famosi attori proprietari che la hanno acquistata nel 2008, è condotta al momento dalla famiglia Perrin, altro nome di rilievo in ambito vitivinicolo ed enologico, tra i più importanti e rinomati della valle del Rodano e della AOC di Châteauneuf-du-Pape.
Mourvedre, cinsault, grenache, syrah e counoise: sono queste le varietà vitate che vengono coltivate su terreni di natura argillosa e calcarea, e che vengono interpretate in vini di assoluto livello qualitativo, tra i quali a primeggiare è senza dubbio il rosé, non a caso la tipologia più tipica e caratteristica della Provenza.
Tra i filari, le attenzioni agronomiche sono massime, e ogni decisione viene adottata nel segno del rispetto dell’ambiente, della natura, dell’ecosistema e della biodiversità, per cui l’obbiettivo primario è quello di riuscire a mantenere in perfetto equilibrio ogni singola pianta, così da arrivare a raccogliere uve schiette, sane, ricche e concentrate. In cantina, la filosofia seguita non è molto distante da quella applicata in vigna, cosicché è costante la ricerca dei massimi standard qualitativi, come anche continua è la valorizzazione della materia prima, che nei processi di lavorazione viene esaltata sottolineando tutto ciò che la stagione e il territorio sono arrivati a esprimere nel frutto.

Visualizzazione di 2 risultati

Carrello

0

Il carrello è vuoto.

Accedi